PAPERBLOG

sabato 1 dicembre 2018

offerte di lavoro per animatori turistici su Animandia



Se si vuol lavorare come animatore turistico una valida risorsa è Animandia, sul portale vi sono risorse gratuite e servizi che possono rivelarsi molto utili sia per coloro che cercano lavoro come animatori, ma anche per privati o aziende che intendono promuovere gratuitamente i loro servizi e promuovere la loro attività imprenditoriale.

Animandia opera attraverso un mercatino gratuito di annunci, inserzioni, servizi e risorse gratuite indicate a tutti coloro che a diverso titolo si interessano di Animazione  sia turistica che in ambito sociale.

Infatti grazie al Mercatino della community di Animandia è possibile visionare o pubblicare, tantissime offerte di lavoro da parte di (tour operator, organizzazioni vacanze, agenzie e strutture turistico ricettive) che selezionano il personale da impiegare nelle strutture turistiche da loro gestite.

Su Animandia dunque vi sono ampie disponibilità di assunzioni stagionali presso associati: strutture turistiche , tour operator, aziende di servizi turistici e organizzazioni vacanze, la destinazioni sono presso strutture turistiche dislocate su tutto il territorio Nazionale.

In generale ai candidati anche alla loro prima esperienza, si offre contratto di tipo stagionale con fisso mensile, vitto e alloggio incluso.

La ricerca delle aziende  è indirizzata principalmente verso le seguenti figure nel campo animazione ovvero:
animatori/ci per bambini (baby e miniclub) e per questa figura ci sono possibilità d’impiego anche per quanti hanno esperienze di studio o lavoro con bambini (es.OSA infanzia,educatori,ma nache bay sitter)
istruttori  sportivi e insegnanti di ballo
si ricercano anche animatori tutti i ruoli:
capo villaggio
capo animatori,
 pianobar,
DJ,
istruttori sportivi, vari ruoli (Fitness, zumba fitness, aerobica, acquajim, ecc.)
istruttori di tennis,vela (optimist) tiro con arco,ecc.
baby e Mini club ( animatori, educatori, ass.infanzia per animazione con i bambini)
animatori di Contatto (polivalenti)
 fonici (tecnico suono/luci)
ballerine/i anche di balli latinoamericani, balli caraibici e brasiliani
scenografi
Ass.bagnati ( con relativo brevetto)
Coreografi
Hostess
Istrutt.Balli latinoamericani, balli di gruppo
Fotografi per strutture turistiche con attrezzatura propria

Animandia ci preme ricordalo, offre anche un utilissimo servizio gratuito chiamato “curriculum espresso” in pratica,  inviando a mezzo posta elettronica un loro breve curriculum, la redazione di animandia  community  provvederà ad inoltrarlo automaticamente a tutte le  imprese associate che ricercano personale. (email.candidato@animandia.it)

Se dunque si è alla ricerca di occasioni ed offerte di lavoro come animatori turistici, anche alla prima esperienza, si può fare visita e sfogliare tra le offerte degli inserzionisti e contattare chi si preferisce attraverso tre modalità: 
1) a mezzo telefono
 2) inoltrano una email oppure
3) compilando il modulo di contatti.. accedi ora e visiona le offerte di lavoro sul

lunedì 8 ottobre 2018

con animandia trovi lavoro come animatore turistico

Se si vuol lavorare come animatore turistico una valida risorsa è Animandia, sul portale vi sono risorse gratuite e servizi che possono rivelarsi molto utili sia per coloro che cercano lavoro come animatori, ma anche per privati o aziende che intendono promuovere gratuitamente i loro servizi e promuovere la loro attività imprenditoriale.

Animandia opera attraverso un mercatino di annunci  con servizi e risorse gratuite indicate a tutti coloro che a diverso titolo si interessano di Animandia sia turistica che in ambito sociale.

Infatti grazie al Mercatino della community di Animandia è possibile visionare o pubblicare, tantissime offerte di lavoro da parte di (tour operator, organizzazioni vacanze, agenzie e strutture turistico ricettive) che selezionano il personale da impiegare nelle strutture turistiche da loro gestite.
Su Animandia dunque vi sono ampie disponibilità di assunzioni stagionali presso associati: strutture turistiche , tour operator, aziende di servizi turistici e organizzazioni vacanze, la destinazioni sono presso strutture turistiche dislocate su tutto il territorio Nazionale.
In generale ai candidati anche alla loro prima esperienza, si offre contratto di tipo stagionale con fisso mensile, vitto e alloggio incluso.
La ricerca delle aziende  è indirizzata principalmente verso le seguenti figure nel campo animazione ovvero:
animatori/ci per bambini (baby e miniclub) e per questa figura ci sono possibilità d’impiego anche per quanti hanno esperienze di studio o lavoro con bambini (es.OSA infanzia,educatori,ma nache bay sitter)
istruttori  sportivi e insegnanti di ballo
si ricercano anche animatori tutti i ruoli:
capo villaggio
capo animatori,
pianobar,
DJ,
istruttori sportivi, vari ruoli (Fitness, zumba fitness, aerobica, acquajim, ecc.)
istruttori di tennis,vela (optimist) tiro con arco,ecc.
baby e Mini club ( animatori, educatori, ass.infanzia per animazione con i bambini)
animatori di Contatto (polivalenti)
fonici (tecnico suono/luci)
ballerine/i anche di balli latinoamericani, balli caraibici e brasiliani
scenografi
Ass.bagnati ( con relativo brevetto)
Coreografi
Hostess
Istrutt.Balli latinoamericani, balli di gruppo
Fotografi per strutture turistiche con attrezzatura propria

Animandia ci preme ricordalo, offre anche un utilissimo servizio gratuito chiamato “curriculum espresso” in pratica,  inviando a mezzo posta elettronica un loro breve curriculum, la redazione di animandia  community  provvederà ad inoltrarlo automaticamente a tutte le  imprese associate che ricercano personale. (email.candidato@animandia.it)

Se dunque si è alla ricerca di occasioni ed offerte di lavoro come animatori turistici, anche alla prima esperienza, si può fare visita e sfogliare tra le offerte degli inserzionisti e contattare chi si preferisce attraverso tre modalità:
1) a mezzo telefono
2) inoltrano una email oppure
3) compilando il modulo di contatti.. accedi ora al mercatino di annunci e visiona le  offerte di lavoro su Animandia.

Cerchiamo Animatori e ass.infanzia x miniclub in strutture turistiche

noi di Animandia Cerchiamo Animatori e ass.infanzia x miniclub in strutture turistiche

Animandia network sull’animazione,turismo e spettacolo ricerca per le proprie aziende associate: animatori ma anche educatrici/ori, assistenti all’ infanzia per attività di animazione Miniclub, baby club in strutture turistiche.

Il lavoro consiste nel proporre attività ludiche di animazione con i bambini ( giochi, spettacolini per bambini) in strutture turistiche in luoghi di vacanza in Italia o Estero( non in città) in qualità di Animatore/ce Miniclub.

 Requisiti richiesti: titolo di studio: diploma superiore o qualifica professionale - età preferibile dai 18 ai 35 anni - capacità di lavorare in team - spiccate attitudini interpersonali - flessibilità caratteriale - spirito di adattamento - attitudine a lavorare con i bambini

Sarà considerato titolo preferenziale: aver maturato precedenti esperienze con i bambini e/o un titolo di qualifica professionale attinente, gradita ma non indispensabile,la conoscenza della lingua straniera ( inglese, francese,tedesco,sono le più richieste) importante: indicare periodo di disponibilità lavorativa, il ruolo e la sede di preferenza (Italia o estero)

per  info e invio curriculum 24h su 24 suAnimandia,servizi,annunci,offerte di lavoro per animazione e spettacolo

venerdì 21 settembre 2018

Dopo gli studi come trovare lavoro? Facendo l’animatore turistico, è un utile modo di cercare il “Tuo”lavoro ideale


In Italia non è mai stato semplice trovare lavoro, ma da un decennio ormai, a causa della forte crisi occupazionale ancora in atto, per un giovane che ha terminato gli studi trovare occupazione è una mission impossibile, sono loro infatti quelli che ne pagano il prezzo più alto.

La trafila è la solita, dopo la fatidica ricerca alla “raccomandazione” si passa all’invio del cv a decine e decine di indirizzi email, si fa il solito passaggio nei centri per l’impiego e quando capita,magari  si partecipa agli affollatissimi concorsi che sono una vera e propria lotteria.

Nell’Italia del “Chi conosco”  da generazioni, si tramanda la regola della “raccomandazione” per qualunque problematica. Gli italiani sin dagli albori, si cercano conoscenze per tutto, dalla visita medica per cercare di abbreviare i tempi di attesa, alla multa per divieto di sosta, dalla raccomandazione al figlioletto per inserirlo alle scuole nella sezione più accreditata, alla ricerca della conoscenza per problemi inerenti la bolletta di casa e ovviamente, il primo posto nella corsa al chi conosco, è dedicato alla ricerca del “pezzo grosso di turno” che può raccomandare per lavorare.

Sono dunque una minoranza ( ci sono però è utile sottolinearlo) coloro che trovano lavoro, grazie a loro stessi, al loro impegno personale, alla loro tenacia e caparbietà,perché allafine della storia, vale sempre il motto che dice “Aiutati che Dio ti aiuta”…

 Insomma in questa Italia che ha sempre funzionato così, è ovvio che se non si hanno le giuste “conoscenze”, per moltissimi giovani lavorare qui in Italia, diventa un vero e proprio miraggio.. 

Ma allora cosa può fare un giovane diplomato o laureato per trovare una collocazione lavorativa e possibilmente, attinente ai suoi studi, alle sue attitudini?  Ovviamente in primo luogo il giovane che cerca occupazione non deve trascurare nulla, non mollare mai e fare qualunque cosa, non si può lasciare niente d’intentato pur di raggiungere l’obbiettivo prefissato: il lavoro.

Al di là dell’ “arrangiarsi” barcamenandosi tra lavoretti in nero e sotto pagati … c’è da tener presente che tali lavori precari in genere non offrono futuri sbocchi e opportunità crescita a livello professionale…

E allora che fare? c’è anche un’altra opportunità, una possibilità che non va sottovalutata.. una strada da percorrere per un giovane nel trovare il lavoro tanto desiderato, è quella di fare un’esperienza come animatore turistico.

A questo punto in molti storceranno il naso di fronte a tale affermazione, visto che a parte il discorso della stagionalità, fare l’animatore turistico è spesso considerato erroneamente non un “vero” lavoro ma un  ripiego, molti vedono l’eventuale esperienza nel campo dell’animazione come  l’ultima spiaggia” non degna di considerazione ( ma come!!! Dopo aver studiato tanto adesso quello che posso fare sono lavoretti in nero sottopagati  oppure mi toccherà fare il “pagliaccio” nei villaggi?) per un giovane questa dell’animatore turistico è una ipotesi lavorativa “Deprimente” ma attenzione, pensarla così è sbagliato e va spiegato il motivo di tale affermazione.

Infatti non bisogna considerare il “fare” l’animatore turistico come un fallimento dal punto di vista professionale, bensì occorre vedere la cosa in una prospettiva diversa. 


Il giovane disoccupato deve considerare il “lavorare come animatore turistico” come un punto di partenza che offre la possibilità di entrare in un mondo che certamente, può dare delle opportunità in più, nell’aiutare a trovare il lavoro ideale, quello per il quale si è studiato e sudato sodo investendo tempo e denaro.

Infatti occorre tener presente che oggi più che mai, per trovare lavoro, occorrerà innanzitutto costruire tutta una serie di rapporti umani, dar vita ad una rete di conoscenze, stringere rapporti con la persona giusta nel momento giusto. Conoscere e soprattutto, farsi conoscere ed apprezzare  dal maggior numero di persone, è questa la strada giusta che porterà a trovare impiego.
E’ indubbio che solo parlando, condividendo, confidando il proprio problema lavorativo, ad un maggior numero di persone possibile, aumenterà la possibilità che tra queste persone ci sia qualcuno che potrà risolvere tale problema. 

C’è da dire che  a differenza di tanti altri  “lavori precari” quello dell’animatore dà un vantaggio concreto, quello di favorire le conoscenze. Infatti è proprio il villaggio e soprattutto il ruolo di essere un animatore,  il luogo ed il ruolo adatto, utile,  per favorire i rapporti interpersonali, stringere nuove conoscenze, favorire la socializzazione, aiutando in tal modo un giovane ad entrare in contatto con l’ambiente e la persona giusta. Cosa questa, che altre tipologie di lavoretti a nero certamente non danno.

E’ di fatto  risaputo che l’animatore nel villaggio, è visto dalla clientela come un “amico speciale”, un leader carismatico, un trascinatore…l’animatore catalizza attenzione e tra l’altro, c’è anche da considerare che  il clima di vacanza e di divertimento, il relax,  è l’ ideale per avvicinare le persona e magari incontrare quella giusta nel contesto giusta.  

Fare l’animatore turistico rappresenta un’opportunità in più per coloro che magari,  conoscono bene le lingue, che sono  in possesso di una buona cultura generale, dotati di grinta, voglia di provare nuove esperienze, con  un carattere estroverso e simpatico.

Lavorare come animatore per  coloro hanno studiato seguendo indirizzi: artistici, umanistici, sportivi… consente non solo di lavorare in un contesto diverso, nuovo, ma anche e soprattutto, dà la possibilità di lavorare in strutture turistiche frequentate da un certo tipo di clientela che appartiene a tutte le classi sociali e magari, proprio a  quel “mondo lavorativo” dove un domani, un giovane vorrebbe inserirsi.

Insomma oggi come oggi,  dove non ci si può permettere il lusso di non tentare di tutto per trovare il lavoro che più appaga, in mancanza di valide alternative, si deve considerare e prendere in esame, la concreta possibilità di lavorare come animatore turistico sia per fare un’esperienza comunque educativa,formativa ed appagante, ma soprattutto bisogna finalmente vedere dalla giusta prospettiva la reale opportunità offerta, nel favorire le possibilità di lavorare.

Oggi  il settore dell’animazione turistica, offre  infinite opportunità ad un diverso numero di figure professionali e contempla quindi una moltitudine di ruoli.( in ambito artistico,sportivo,turistico) Le società del settore, le organizzazioni vacanze,i tour operatos sono alla ricerca di personale da inserire in staff animazione, sia per la stagione estiva ma anche per quella invernale.


In genere, si offre un  Contratto stagionale a tempo determinato con vitto ed alloggio incluso.

AVVISO: Se ci sono interessati a lavorare nel settore dell’animazioneturistica, non solo per la stagione estiva, ma anche durante il periodo invernale, non resta che invitarvi su Animandia dove c’è il mercatino, ricco di annunci e inserzioni dedicate al settore dell’animazione, presenti anche tante offerte di lavoro per gli appassionati dell’ animazione.
Il candidato può usare anche il comodo servizio gratuito “curriculum espresso” invii alla redazione di Animandia la tua richiesta di lavoro e verrà sottoposta all’attenzione di tutte le aziende associate, con una sola email contatti simultaneamente tantissime aziende, aumentando le tue opportunità di trovare subito impiego.
Allora che aspetti!! sfoglia tra le offerte di lavoro e scegli chi vuoi, potrai contattare l’inserzionista che offre lavoro ad animatori, in tre modi: a) tramite tel. B) tramite email. C) compilando l’apposito modulo di richiesta…
Accedi adesso alle Offerte di lavoro di Animandia




lunedì 17 settembre 2018

Occorre apprendere tecniche e nozioni per essere un animatore professionale..ma cosa significa Apprendere?


Apprendere significa essenzialmente imparare, venire a conoscenza di fatti e procedure. Questo sta ad indicare che un professionista dell'animazione deve acquisire nozioni e metodologie, adattandole all'ambiente che lo circonda ed a seconda delle mutazioni, che le varie situazioni lavorative gli impongono. Occorre quindi, imparare le tecniche e le nozioni sia teoriche che pratiche le quali, integrate alle doti naturali che l'animatore possiede, consentono il corretto svolgimento della professione. In altri termini si tratta di un apprendimento reso operativo, grazie all'acquisizione di tutte quelle  informazioni che determinano l'applicazione di tecniche scientifiche, comportamentali e comunicative, conformi alle regole imposte dal contesto sociale, in cui l’animatore esercita la professione. L'apprendimento consente quindi, all'animatore una costante maturazione professionale in quanto il proprio modo di agire sarà influenzato, dalle esperienze precedenti acquisite in modo diretto ed indiretto. 

A) Esperienze acquisite in maniera diretta :
 Attraverso lo studio e la successiva verifica in ambienti lavorativi.

B) Esperienze acquisite in modo indiretto:
Intendiamo indicare, l'apprendimento scaturito dalle esperienze trasmesse da altri più competenti. 

Esistono dei fattori che determinano e influiscono sull’apprendimento e di conseguenza sulle tre caratteristiche che lo compongono ( strategico, costruttivo, interattivo) . Ora  elencheremo quelli che riteniamo essere i principali.

A ) Fattori che determinano l'apprendimento indiretto :

1 ) Età dell'animatore :
Nell’insegnamento delle discipline scientifiche a livello teorico, gli psicologi hanno constatato che i giovani e gli adulti apprendono più velocemente dei giovanissimi o di quelli appartenenti alla terza età (animatori over 60). La capacità di apprendere raggiunge l'apice intorno ai 25 - 27 anni.

2 ) Intelligenza ed interpretazione :
La corretta capacità di apprendimento ed interpretazione dei contenuti delle nozioni trasmesse, è direttamente proporzionale al grado di intelligenza di un individuo.

3 ) Motivazioni, stimolo di interessi :
L'apprendimento si accentua se è stimolante e suscita interesse, occorre quindi che la partecipazione risulti attiva.

B ) Fattori che determinano l'apprendimento diretto :

1 ) Esperienze precedenti nel campo animazione :
Avere esperienza, ovvero possedere una serie di nozioni teorico pratiche acquisite e verificate nel campo dell'animazione, facilita l'apprendimento in quanto si affrontano al meglio analoghe situazioni.

2 ) Distribuzione di energie :
Chi ha avuto precedenti esperienze lavorative, sa bene che occorre distribuire in maniera efficace le energie sia intellettuali quanto fisiche che si impiegano durante il lavoro. Questo è dovuto al semplice fatto che, se l'animatore sfrutta in maniera inefficace le sue capacità di apprendimento ed eccede anche durante svolgimento delle attività di animazione, avrà un inevitabile calo di rendimento.

3 ) Studi precedenti :
L'animatore che ha appreso nozioni anche attraverso lo studio dei libri, tenderà a dimenticare parte del loro contenuto, questo perché non si sono rivelati del tutto utili, alla luce della sua esperienza lavorativa.

Dell'animazione intesa come materia di studio, l'animatore successivamente grazie all'esperienza maturata adotterà, le nozioni, le tecniche che egli riterrà le più utili ed opportune, per il raggiungimento del successo nell'ambito del suo lavoro. Occorre tenere nella giusta considerazione una serie di spunti, di osservazioni, che si riveleranno utili durante il processo di apprendimento - svolgimento, essi sono:

A) Il gioco come base di partenza per instaurare rapporti efficaci:
L'animatore deve  considerare il gioco come uno strumento indispensabile un mezzo utilissimo per stringere amicizie e coinvolgere l'utenza. Il gioco è la fonte, lo stimolo per la progressiva partecipazione collettiva, nel suo interno trovano spazio: le attività individuali, collettive, creative (mimica, recitazione, canto, attività fisiche ecc.) tutti elementi che contribuiscono alla socializzazione e quindi anche ad un recupero della personalità.

B) La conversazione:
Come modo di approfondire le conoscenze, esporre il proprio pensiero ed ascoltare quello altrui, che è la base dei rapporti con il prossimo.

C) La mimica, la recitazione, quali strumenti socializzanti:
Attraverso l'uso di questi elementi, l'animatore contribuisce alla integrazione sociale, rendendo gli utenti i veri protagonisti delle attività animative.

D) Le attività sportive :
L’attività fisica in genere, consente da un lato di assicurare benefici sotto il profilo fisico, in secondo luogo rappresenta un vero e proprio tirocinio alla socievolezza, attraverso la spontanea e diretta collaborazione tra i gruppi.

E) La danza :
Come valido strumento di integrazione sociale e fonte di benefici psico-fisici. Mediante il ballo, si assiste ad una manifestazione di movimenti dove i gesti, il ritmo, assumono il ruolo di una espressione spontanea di sentimenti. Attraverso la danza, l’individuo si sente vivo, partecipe, respira un’area di serenità e di contatto umano e stringerà rapporti con evidente soddisfazione.

F) Le attività artistiche :
Corsi vari ( pittura, disegno, materiale plastico ecc.) quale utile strumento che dà libero sfogo alla fantasia in senso figurato e arricchisce le capacità espressive individuali. L’animatore dovrà favorire le spontanee manifestazioni grafiche e pittoriche, lasciando i singoli liberi di esprimersi  sugli argomenti a loro più graditi.


G) Le attività musicali e canore :
Molta importanza va data alla musica, al canto e al coro, di motivi in lingua o in dialetto appropriati all’estensione della voce ed accompagnati da interpretazioni ritmiche e mimiche. Attraverso il canto si contribuisce all’educazione della voce, dell’orecchio e della pronuncia.

H) Attività manuali :
Tali attività sono indispensabili per appagare il bisogno di esprimersi, di creare, di costruire, di interagire nel gruppo.



Importante: se ci sono interessati a lavorare nel settore dell’animazione, invitiamo tutti a fare una visitina su su Animandia c’è il mercatino, ricco di annunci vari anche con tante offerte di lavoro per gli appassionati dell’ animazione. Se vuoi candidarti usa anche il comodo servizio gratuito “curriculum espresso” invii alla redazione di Animandia la tua richiesta di lavoro e verrà sottoposta all’attenzione di tutte le aziende associate, con una sola email contatti simultaneamente tantissime aziende, aumentando le tue opportunità di trovare subito impiego.