PAPERBLOG

domenica 20 maggio 2018

I BENEFICI DEL GIOCO NELL’ANIMAZIONE

L’utente che prende parte ad una attività, diventa in qualche modo parte di essa e indipendentemente dal tipo di personalità o dall’handicap, lo si vede coinvolto e felice di poter finalmente esprimersi liberamente. In altri termini, l’attività ludica proietta i partecipanti in uno spazio irreale, quasi fuori dal tempo, così non ci si accorge delle ore che trascorrono velocemente. I tornei sedentari, costituiscono una delle attività principali sulle quali si fonda il piano di lavoro dell’animazione e sono importanti poiché vedono partecipare in prima persona, soprattutto coloro che hanno impedimenti fisici o appartengono alla terza età. Secondo alcuni studiosi, il gioco praticato dagli anziani, diventa per loro uno strumento che contribuisce in qualche modo, ad allontanarli dalle problematiche legate alla loro stessa vita, un modo per sentirsi parte vitale di una società che spesso li emargina. Attraverso l’atto del giocare, l’animatore consente a tutti i partecipanti di dimenticarsi, di accantonare per qualche tempo, le angosce, i problemi, le insicurezze, che la società impone. L’utente gioca perché prova piacere nel farlo, ricerca l’incoraggiamento dei compagni e tutto ciò lo conduce verso l’armonia, la gioia, la serenità interiore. Quanto detto sta a sottolineare l’attenzione che il team animazione deve prestare a queste attività e quanto sia importante coinvolgere la maggior parte di utenti. GIOCHI GIUSTI, NEL GIUSTO CONTESTO Una équipe di animazione può scegliere di organizzare un determinato gioco a discapito di un altro, basandosi su uno studio preliminare della tipologia di utenza. E’ consigliabile stabilire una scaletta di differenti tornei che verranno proposti, in modo da offrire un programma vario e articolato. Naturalmente bisognerà proporre i giochi giusti tenendo presenti alcuni importanti fattori quali : il diverso contesto in cui si opera ( struttura turistica o cittadina ), il mutare dell’utenza, come ceto sociale di appartenenza, come età media e variare di conseguenza anche dei gusti e delle esigenze. Non è detto che un programma stabilito in precedenza, debba essere seguito in ogni sua parte, può essere modificato, sempre che ce ne sia la necessità. Le attività risulteranno fallimentari, e quindi poco seguite, se ad esempio l’animatore proporrà un torneo prettamente sportivo ad una fascia di utenza terza età, che quindi non è in grado di seguire nel giusto modo quel gioco specifico. Occorre sempre saper suscitare interesse negli utenti stimolandoli anche mediante la scelta di un torneo appropriato. Gli obiettivi fondamentali delle attività di gioco, sono quelli di stimolare positivamente: la conoscenza, la socializzazione, l’interesse e gli atteggiamenti. a) il gioco favorisce la conoscenza : ciò sta ad indicare che attraverso l’attività di gioco, si favoriscono gli incontri, le conoscenze, ed i valori di solidarietà mediante un comportamento proteso verso la collaborazione, l’aiuto reciproco. b) il gioco stimola l’interesse : le attività di gioco stimolano sempre l’interesse nei partecipanti. Si tratta di esperienze singole, vissute da soggetti di contesti sociali diversi, sono attività vitalizzanti che spingono positivamente in una dimensione di crescita ed arricchimento. c) le attività di gioco condizionano positivamente gli atteggiamenti : le attività ludiche, richiedono al soggetto disponibilità, desiderio di partecipazione e una personalità aperta verso gli altri. ( a cura dello staff di Animandia, tratto da Analisi generale dell’animazione Edizioni Effegi) AVVISO. Per quanti volessero lavorare nel settore dell’animazione turistica segnaliamo dunque Animandia http://www.Animandia.it Animandia è sito di servizi e annunci nato oltre 16 anni fa allo scopo di sostenere e favorire lo sviluppo del settore dell’animazione turistica. Animandia
opera attraverso il mercatino di annunci ed inserzioni, a disposizione di tutti gli interessati. Nel mercatino di Animandia, ci sono numerose offerte di lavoro sia su territorio Nazionale, ma anche suddivise per singole Regioni . Ogni annuncio di offerte lavorative riporta, oltre la descrizione del personale richiesto, anche i recapiti (email. e tel) di tutte le aziende associate che ricercano animatori vari ruoli, anche alla prima esperienza, prevalentemente si tratta agenzie di animazione, tour operator, organizzazioni vacanze e anche di strutture turistiche Ultima cosa da dire, Animandia mette a disposizione degli interessati un comodo servizio gratuito chiamato Curriculum espresso, mediante il quale è possibile inviare il proprio CV alle agenzie aderenti all'iniziativa. In pratica, inviando a mezzo posta elettronica ( candidato@animandia.it) un breve curriculum, la redazione di Animandia provvederà a sua volta ad inoltrarlo a tutte le imprese associate che ricercano personale. In questo modo si contattano decine di aziende simultaneamente, aumentando così le possibilità di poter trovare impiego.

Nessun commento: