PAPERBLOG

sabato 19 maggio 2018

L'IMPORTANZA DELLA SIMPATIA PER L’ANIMATORE PROFESSIONISTA

Un animatore per svolgere al meglio il suo ruolo di autentico leader, di trascinatore, deve poter essere simpatico, e pertanto occorre che si renda conto di cosa può far piacere agli altri, generalmente alla base di ogni tipo di animazione c'è sempre una buona dose di simpatia nei confronti dell’animatore e quest'ultima nasce dall'unione di due fattori fondamentali: la discrezione e la cortesia. Bisogna rendersi conto che se procediamo nel lavoro seguendo i canoni della sincerità, semplicità, disponibilità, getteremo delle basi concrete per far scaturire la simpatia. L'animatore deve articolare il suo lavoro e orientarlo verso una partecipazione molto discreta alla vita sociale dei clienti. Questi non deve imporre l'attenzione, la sua presenza, invadendo l'intimità degli altri, ma deve conquistarsi la fiducia e l'approvazione dell'utenza seguendo una condotta sempre corretta. C'è da dire che la simpatia essendo una dote naturale o si possiede oppure non c'è nulla da fare, ma tutto questo è vero solo parzialmente. Quante volte delle persone simpatiche per natura, risultano a lungo andare antipatiche, stancanti, spesso ripetitive, quindi anche chi è dotato di simpatia deve saper costantemente "controllarla" e "dosarla", al fine di conservarla intatta nella sua completa integrità. A volte basta una semplice frase detta a sproposito, oppure un episodio particolarmente spiacevole per diventare antipatici. La simpatia bisogna saperla conquistare pian piano attraverso la comprensione, la comunicazione efficace, perché il lavoro degli animatori dipende esclusivamente dagli altri e dalle loro impressioni e giudizi. Bisogna fare in modo che l'animatore si faccia conoscere da tutti e farsi appezzare per ciò che di buono fa, se non per affetto, almeno per stima. Tutto questo lo si può raggiungere attraverso una buona dose di umanità, cordialità e soprattutto di simpatia. A questo punto sarà utile dire che per suscitare simpatia, non occorre avere la faccia di Benigni o la presenza della Marini, basta sapere ciò che può far piacere agli altri. Una cortesia, una parola di conforto, un gesto di sincero affetto, un semplice sorriso disinteressato, spontaneo, ecco ciò che suscita simpatia. Partecipare alla vita degli utenti senza però invadere la loro intimità, trattare tutti allo stesso modo senza privilegiare alcuno, ecco ciò che in realtà occorre fare. ( a cura dello staff di Animandia, tratto da Analisi generale dell’animazione Edizioni Effegi) n.b. Per quanti volessero lavorare nel settore dell’animazione turistica segnalo dunque Animandia http://www.Animandia.it Animandia è un portale nato oltre 16 anni fa allo scopo di sostenere e favorire lo sviluppo del settore dell’animazione turistica. Animandia opera mediante un mercatino di annunci ed inserzioni, a disposizione di tutti gli interessati. Nel mercatino di Animandia, ci sono numerose offerte di lavoro sia su territorio Nazionale, ma anche suddivise per singole Regioni . Ogni annunci offerte lavorative riporta, oltre la descrizione del personale richiesto, anche i recapiti ( email. e tel) di tutte le aziende associate che ricercano animatori vari ruoli anche alla prima esperienza, prevalentemente si tratta agenzie di animazione, tour operator, organizzazioni vacanze e strutture turistiche Ultima cosa che ci tengo a segnalare è che Animandia mette a disposizione degli interessati un comodo servizio gratuito chiamato Curriculum espresso, mediante il quale è possibile inviare il proprio CV alle agenzie aderenti all'iniziativa. In pratica, inviando a mezzo posta elettronica ( candidato@animandia.it) un breve curriculum, la redazione di Animandia
provvederà a sua volta ad inoltrarlo a tutte le imprese associate che ricercano personale. In questo modo si contattano decine di aziende simultaneamente, aumentando così le possibilità di poter trovare impiego.

Nessun commento: